sabato 13 aprile 2013

Il dyson... è qui!



La magnifica presenza (io, dyson e Ozpetec siamo un tutt’uno ormai!) è entrata a pieno titolo a far parte della famiglia. Sono 10 giorni (poco più o poco meno) che è arrivato, puntuale come un orologio (eh ma io lo dico sempre che Amazon non tradisce mai!), e sono 9 giorni e mezzo che gli faccio compiere ogni genere di acrobazia dentro casa.


Avevo promesso che avrei scritto le considerazioni post primo utilizzo ed eccomi qua.

Tanto per cominciare, è arrivato nel suo imballo originale, e questo rende merito ad Amazon. Una volta aperta la scatola mi sono trovata una serie di pezzi da assemblare… sono andata a controllare se, per caso, fosse un prodotto made in Ikea. No no, non è Ikea, perché si monta senza neanche dover consultare le istruzioni!

Dal vivo è anche più bello che in foto (o video)! Nonostante abbia una struttura bella importante è vero che si manovra con estrema facilità (sono riuscita anche a fare lo slalom tra le sedie).
Rispetto all’elfetto verde è un po’ più pesante e si sente la mancanza sia della scopa snodabile (in caso di “ostacoli” il dyson non si piega ad accompagnarli), che dell’accensione posta sul manico, ma questa è solo una questione di abitudine. Ad ogni modo, secondo me non è il caso di fare eccessivi confronti tra l’elfo e il dyson, perché sono due prodotti molto diversi, anche se svolgono la stessa funzione, e ognuno ha i suoi pregi e i suoi difetti.

Oggi parlavo con una mia amica che diceva che mai e poi mai tradirebbe il folletto. Anche io ero convinta che non avrei mai più comprato un aspirapolvere diverso. Invece, oggi come oggi, per convincermi a comprare un folletto da più di €2.000,00  questo dovrebbe rifare i letti, stendere il bucato e scaricare la lavastoviglie.

Da quando l’ho acceso per la prima volta, ho deciso di dimenticare le prestazioni del suo predecessore e concentrarmi solo su di lui, per capire se le nostre strade avessero fatto bene ad incontrarsi e, fino ad ora, non posso che essere più che felice e soddisfatta dell’acquisto.

Innanzi tutto, la genialata, che fa del dyson verticale un elettrodomestico “tutto qui”, visto che il manico è costituito dal tubo allungabile e da una scocca che lo tenga dritto. Quindi, se mentre si passa la scopa sul pavimento si scorge della polvere sulla libreria, basta estrarre il tubo, attaccare la spazzolina morbida, che solitamente è agganciata al manico, passare sul mobile e via. E’ vero che ho detto che i paragoni con il folletto non andavano fatti però, per correttezza, bisogna dire che montare e smontare il folletto era un’operazione veramente fastidiosa, quanto meno non così immediata.

Altra cosa per la quale, secondo me, si dovrebbe attribuire un premio a chi l’abbia pensata, il bidone trasparente. Certo, in caso di visite, più o meno inaspettate, non è bello avere in bella mostra tutta la zozzeria misteriosamente prodotta in una casa, abitata da 5 persone. Ma, in condizioni normali, vedere cosa (e quanto) si sia aspirato, dà veramente un senso di pulito. Io lo trovo assolutamente gratificante.

A parte il fatto che riesca a tirare su di tutto e di più (in casa abbiamo solo 2 tappeti di Ikea nelle camere dei bambini, e non posso dire quello che è venuto fuori, nonostante li passassi tutti i giorni con l’altro aspirapolvere e li sbattessi una volta a settimana), la cosa veramente sorprendente  è che la polvere non rimanga attaccata (e incastrata) alle setole.

E, dulcis in fundo, è caduta persino la mia remora più grande quella che, per anni, mi ha fatto diffidare di questi apparecchi: l’assenza del sacchetto perché, memore di esperienze fatte con altri ordigni privi di sacchetto, temevo che anche in questo caso avrei dovuto infilare le mani per liberare i filtri da batuffoli, capelli e simili. Invece è proprio vero quello che dicevano tutti: con il dyson spingi un bottone e dai una sgrullatina.

E cosa dire dei millemila (inutili) accessori? Alzi la mano chi utilizzi costantemente tutti (e dico tutti) gli accessori del folletto, che solo a doversi trascinare per casa la “sacca” ti fa sviluppare un’assuefazione alle polveri e micropolveri (e questo lo dico da sempre, anche quando dicevo che di lui non avrei più potuto fare a meno, tant’è vero che la sacca è diligentemente riposta nel ripiano più alto del mio armadio)
Invece, già felice del fatto che il dyson “fosse tutto qui”, visto che qualche accessorino lo prevede pure lui, approfittando di un paio di offerte su Amazon, ho comprato anche due scatole di accessori. Il car kit, che altro non è che la spazzola turbo piccola, ottima per gli imbottiti (dai divani ai materassi, passando per le sedie della sala da pranzo… ad avercela la sala da pranzo!) e, quindi, anche per i sedili della macchina, un tubo flessibile con cui sono riuscita ad arrivare dietro la libreria e… meglio non dire! e una spazzola con setole rigide; e il kit per persone allergiche con una spazzola con le setole molto morbide, ideale per i mobili, un altro tubo flessibile (d’altra parte tù il megl’ che uan) e la spazzola per i materassi (ma io preferisco usarla per le tende). 

Queste spazzolette aggiuntive hanno trovato tutte posto in una sola, piccola, scatola che quanto prima personalizzerò e decorerò, perché così com’è non è che sia proprio allegra, ma non mi andava proprio di buttarla (per poi sostituirla con un’altra scatola!).

Le mie considerazioni si riferiscono al Dyson modello DC42. Sicuramente anche tutti gli altri saranno dei prodotti validissimi, ma non mi sento di “garantire” la stessa praticità anche per i modelli a traino che, solo a guardarli, a me fanno passare la voglia di pulire

6 commenti:

  1. stavo dicendo "ehhhhhhhhh duemilaeuro " per il folletto??? ma poi io al mio impianto di aspirazione centralizzato non ho dato molto meno

    RispondiElimina
  2. Ma il centralizzato è tutt'altra cosa... ce li spenderei pure io 2000 euro!!!!

    RispondiElimina
  3. Qui parla donnadottiva del dyson DC45...ci siamo commossi!!!

    RispondiElimina
  4. presentazione esauriente di questo importante prodotto..
    sono diventato tuo follower
    http://consiglidirocco.blogspot.it/
    a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Farò anche io un salto sul tuo blog

      Elimina
  5. DonnaDisperataSenzaVogliaDiSpendere2000euroPerRaccogliereLaPolvere ....... TI STIMA!!!!!
    Sono alla continua ricerca di un prodotto che non si scassi dopo un anno, io sono l'antifolletto...... e quindi ho provato tutte le marche e tutti i tipi pur di non soccombere a quello che, a detta di tutti, sembra essere il MUST! Sono anticonformista, poco incline a seguire la massa e decisamente attenta al risparmio e quindi il folletto non ha mai messo piede in casa mia. Mi stavo quasi quasi quasi decidendo quando ..... ho deciso un ultimo tentativo di ricerca web su eventuali alternative e mi sei apparsa tu. Un sogno.Ti ho adorata da subito. Io a Amazon un cuore un animo, quindi la curiosità mi ha portata a vedere cosa offriva in termini di prezzo e quello che ho visto mi è piaciuto molto! Ho anche trovato un modello a 999 euro o giù di li, che è pur sempre la metà dell'elfo ma .... sono decisamente direzionata verso un prezzo ancora più inferiore. Ora cercare di capire le diverse qualità tra i DC 45 43 42 58 72 24 e via dicendo è tutt'altro affare. Mi giocherò anch'io la nottata. Il folletto non è mai entrato anche perchè tra lui e il fratello Bimby ho sempre preferito/sognato il secondo. Ho visto che hai fatto l'acquisto quindi poi leggerò i tuoi post anche sul Bimby. Per ora mi accontento di aver risparmiato una bella cifretta che devolverò volentieri a colui che mi sostiuirà in cucina. (Perchè per quel prezzo il Bimby non avrà neanche bisogno che io sia presente in cucina vero???)
    Per ora ti saluto
    E' stato un piacere!

    RispondiElimina

Se mi commenti, io sono contenta!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...