martedì 31 gennaio 2012

Liberiamo una ricetta: I cestini di parmigiano



Il mio ultimo esperimento culinario è stato talmente catastrofico che ho deciso di consolarmi con un mio cavallo di battaglia. Tra l’altro la coccola è stata doppia, visto che è stata una delle prime ricette che mi ha insegnato la mamma.
La prima volta che li ho preparati fu in occasione di una delle tante cene che nei weekend organizzavamo con gli amici.
Mi mancano quelle cene: bisogna proprio ricominciare ad organizzarle di nuovo.

INGREDIENTI per 4 persone
120 gr Parmigiano reggiano grattugiato
Songino (o Valerianella)
2 cucchiai di pinoli
2 fette di prosciutto cotto affumicato
Sale
Olio
Aceto balsamico
100 gr di grattini di semola di grano duro
½ bicchiere di latte
Questi cestini sono di una semplicità unica da realizzare ma di così bell’effetto da vedere in tavola. Mettono proprio allegria! E si possono riempire con qualsiasi cosa. Ideali per le mission impossible nome in codice “svuotafrigo”, basta liberare la fantasia.
Per la realizzazione di questi deliziosi cestini è necessaria una padellina antiaderente. Ahimé, quella in ceramica non va bene, non funziona proprio!
Scaldare bene la padellina su fuoco vivace e versare due cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato che inizierà, quasi immediatamente, a sciogliersi e ad allargarsi in una cialda. Con l’aiuto di una pinza da cucina, togliere la cialda dalla padella, adagiarla sul fondo di un bicchiere di vetro capovolto, e farla aderire bene, in modo da far assumere alla cialdina la forma di una ciotolina.
Preparare un’insalatina delicata all’aceto balsamico di songino (ovvero la valerianella), pinoli e striscioline di prosciutto cotto, meglio se affumicato, (ma anche bresaola, speck, prosciutto di parma, tacchino arrosto, petto di pollo grigliato) e disponetela nel cestino di parmigiano.

Non avendo la benché minima intenzione di discutere con i minorenni sul mangiare o meno due foglie di insalatina, e barattare tre pinoli con altrettante striscioline di prosciutto, per loro ho preparato la variante con la pasta.
Il formato di pasta ideale è quello piccolo, da minestrina. Una volta scolata, rimettere la pastina nel pentolino con mezzo bicchiere di latte in cui sciogliere (se lo avete), una puntina di dado homemade (se avessi scritto "dado bimby" sarei stata tacciata di razzismo nei confronti delle bimbyless,ma tant'è :-D ) e mantecare con del parmigiano reggiano grattugiato. Togliere dal fuoco e aggiungere del prosciutto cotto tritato. Servire dentro al cestino e guarnire con una fogliolina di prezzemolo che, naturalmente, i miei adorati figlioli hanno fatto sparire dal piatto prima che quest’ultimo toccasse la tavola.


Gente che va ricetta che viene…
Si dice che cucinare in compagnia sia di gran lunga più divertente che farlo da soli. Bella scoperta! Qualsiasi cosa è più divertente se fatta in compagnia, anche una spadellata virtuale con un’amica. E a fare compagnia ai miei cestini di parmigiano ci sono i peperoni ripieni della Michettamia (al secolo Bianca Chetti)




Ricetta peperoni ripieni (a modo suo, abbiate pazienza!!)

Ingredienti per tre persone: (chiunque è capace a elaborare ricette per 4 persone! Che classe la michetta mia)
3 peperoni rossi (dai, questa è facile: 1 peperone a testa)
1 mozzarella grande (e pure qui, senza fare troppo i pignoli, un terzo di mozzarella procapite si riesce a farlo, anche ad occhio)
mollica di pane, ma va bene anche il pancarrè (libera iniziativa sulle quantità. Democrazia? Anarchia? Secondo me s’è dimenticata di indicarla? Qualcosa mi dice che non lo sapremo mai!)
olio (quanto? Boh! Allora ve lo dico io: poco ché ingrassa!)
sale q.b. (bella questa!!! Tutti i ricettari, a partire dal Talismano della Felicità, indicano sale q.b)
aglio in polvere (mi dissocio)

Procedimento: (scritto da lei stessa medesima di pirsona pirsonalmente)
Lavate e mondate i peperoni e tagliateli a metà (per il senso della lunghezza).
Tagliate a cubetti la mozzarella e unitela alla mollica di pane (o pancarrè tagliato sempre a cubetti).
Aggiungete l'olio, il sale e un pò di aglio in polvere. Amalgamare il tutto e riempire con il composto i peperoni.
Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 20/ 25 minuti 


Le storie sono per chi le ascolta, le ricette per chi le mangia. Questa ricetta la regalo a un'amica. Non è di mia proprietà, è solo parte della mia quotidianità: per questo la lascio liberamente andare per il web.

51 commenti:

  1. Che sono le 11 e io ho una fame blu....brave assai!! :)

    RispondiElimina
  2. mmmmmmhhhh tubbo bono , ma la Bianca è un talento nato :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho sempre detto, sostenuto e sottoscritto... è lei che non lo sa!!! :D :D

      Elimina
    2. ...grazie!! ;D mò lo so!!!Bianca

      Elimina
  3. i cestini di parmigiano sono geniali!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Geniali, semplicissimi e veramente di grande effetto!!

      Elimina
  4. Risposte
    1. Yes!! (certo, prosciutto cotto a parte... però li puoi riempire come vuoi!)

      Elimina
  5. Visto che sono tua amica, quando vengo giù li prepariamo assieme??? La Bianca è mitica!!! Bacione, Patty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiiiii!! Li prepariamo insieme e ce li mangiamo insieme!! Non vedo l'oraaaa! A proposito: quand'è che vieni giù?!

      Elimina
  6. michettaaaaaaa...grazieeeee,wow sono sul blog della michetta mia e sono entrata dalla porta principale :))))... la ricetta è per tre persone perchè noi siamo in tre,se eravamo quattro i peporoni erano quattro ;-)) e cosi via...cmq la difficoltà maggiore è stata scrivere la ricetta che farla... ma Chiara è stata bravissima nella presentazione!! un bacione alla michetta mia :*** Bianca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michettaaaaaaaaaa!!! Ti assumo, ti ingaggio, insomma: ormai sei entrata su questo blog dalla porta principale e non ti faccio uscire piùùù!!

      Elimina
    2. io amo questa donna :) sapevatelo!!! Bianca

      Elimina
  7. I cestini di parmigiano soo una genialata, adesso rubo e rifilo la qualunque ai miei mocciosi che vivrebbero solo di formaggio! E i peperoni... (ecco, invece io vivrei di peperoni) Brave michette!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io una volta ci ho servito il risotto alla zucca in questi cestini...
      Pensa i tuoi gnocchi dentro ai miei cestini.... Maròòòò che ideaaaa che m'è venutaaaaa....

      Elimina
  8. Furba io che passo di qui solo dopo pranzo!!!

    RispondiElimina
  9. La ricetta di michetta mi ha fatto spanciare :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Barbara...era questo l'intento ;-))ci sono riuscita eh!!!michetta Bianca.

      Elimina
    2. Michetta fa spanciare a prescindere!!!

      Elimina
    3. vi lovvo!!! Bianca

      Elimina
  10. i cestini di parmigiano li voglio provare a fare da una vita... con le tue indicazioni forse è la volta buona!
    e i peperoni? io li adoro... li vedo lì in foto e sento già profumo d'estate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Linda le mie spiegazioni farebbero inorridire il più "per caso dei foodblogger", però almeno se capimo!!!
      Provali provali che sono facilissimi... unica cosa: attenzione alle dita perché SCOTTANO ahaahah
      I peperoni li straadoro anche io!!

      Elimina
  11. La Bianca è eletta foodblogger professionista onoriscausa :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora dobbiamo assolutamente organizzare la cerimonia per l'incoronazione!

      Elimina
    2. ...organizzate pure ;-)) farò di tutto per essere libera quel giorno!!! Bianca

      Elimina
  12. non ho parole chiaretta, lascia perdere i muri di pasta frolla, sono brutti e antipatici, concentrati su queste cose ,tu si che hai le manine d'oro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I muri di pasta frolla sono il male!!
      Però adesso stampo questo commento in millice copia e ci rivesto tutti i muri... (di cemento e di pastafrolla!)

      Elimina
  13. chiara ma sono deliziosissime, le provero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu vuoi provare una mia ricetta?!? Ora svengo!!!
      Però devo dire che questi cestini me li ha insegnati mammamia che chef lo era davvero (anche se non esercitava!!)e sarebbe stata una fantastica foodbloggah!! <3

      Elimina
  14. Gnamme gnamme!!!! faaaame!!! :-)

    RispondiElimina
  15. bellissime e buonissime!!!!
    i cestino li ho fatti, ma mi sono ustionata, sveglia come sono.... hahahhahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, appunto!! La cialda di parmigiano diventa lava incandescente... però è l'unico momento in cui la si può modellare, altrimenti finisce tutto in frantumi come la scarpetta di cenerentola :-)

      Elimina
  16. Risposte
    1. confermo, sfiziosità allo stato puro!

      Elimina
  17. Mmmmm questi cestini...nonostante la mia negazione in cucina ce la potrei anche fare.....e i peperoni farebbero la felicità del mio maritino!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ce la fai ce la fai... risultato garantito!!

      Elimina
  18. Ma dici che riescono davvero sti cestini? Oso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ti pare che io libero una ricetta farlocca?!? Certo che riescono. Osa e vedrai che figurone!!

      Elimina
  19. A me quando blogspot fa così, mi fa proprio venire tanti di quei nervi... che passerei a wordpress in un battibaleno (se solo ne fossi capace!!!)... Mi scuso per come venga visualizzata la seconda parte della ricetta dei cestini di parmigiano.... è inguardabile e illegibile... invece ringrazio voi, nonostante tutto, l'avete guardata, l'avete letta e l'avete commentata!!

    RispondiElimina
  20. mamma mia che fameeeeeeeeeeeeeeee :))

    RispondiElimina
  21. quei cestini li avevo visti fare in tele, ora che li hai preparati tu non posso sfuggire: quanto mi sento fudbloggah!

    RispondiElimina
  22. questi li preparo ad Ale, che una delle poche cose che mangia è il grana! :P

    RispondiElimina
  23. grazie Chiara. trovo molta disciplina nel tuo blog e apprezzo.

    i commenti alla ricetta di Bianca mi han fatto divertire tanto.
    L'amicizia è bella, condivisa anche di più :)

    RispondiElimina
  24. è di questi che si parlava su FB! Buoni! grazzzzzzie!

    RispondiElimina

Se mi commenti, io sono contenta!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...